Caldo e gravidanza: pillole di consigli.

In gravidanza, il corpo della donna va incontro ad una serie di cambiamenti fisiologici che richiedono, in generale, un’attenzione particolare a bere molta acqua durante la giornata. Con l’aumento delle temperature, questo aspetto diventa ancor più rilevante: infatti, l’aumento del volume del sangue materno per un adeguato flusso sanguigno alla placenta, richiede una sufficiente idratazione. Inoltre, le donne che soffrono di malattie croniche o quelle che hanno patologie della gravidanza, come la pressione alta o il diabete in gravidanza, possono essere più a rischio di parto prematuro.

Per combattere il caldo in gravidanza, il Ministero della Salute ha invitato a seguire una serie di piccole raccomandazioni che sintetizziamo così:

  • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno
  • Limitare il consumo di bevande gassate o zuccherate, l’assunzione di tè e caffè. Evitare bevande molto fredde e bevande alcoliche.
  • Fare pasti leggeri, ricchi di acqua (frutta e verdura fresca).
  • Trascorrere le ore più calde nella stanza più fresca della casa e, in caso di presenza di condizionatore, regolare la temperatura tra i 24 e i 26 gradi, evitando anche l’uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumano energia.
  • Se accaldata, fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnare viso e braccia con acqua fresca.
  • Evitare di passeggiare lungo strade trafficate, dove i livelli di inquinamento sono più elevati.
  • Proteggere la pelle del viso con creme solari ad alto fattore protettivo.
  • Al mare, fare passeggiate a piedi nudi sul bagnasciuga, nelle ore meno calde, per favorire la circolazione sanguigna.

Per maggiori info: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_222_allegato.pdf